Pubblicato il

L’Austria di Der Winzer e i vini del Sannio di Alessandro Meoli

Nella prima decade del prossimo mese di Novembre, l’Azienda Agricola Meoli, di Dugenta (BN), incontrerà i giornalisti della rivista austriaca DER WINZER, testata commerciale per produttori e consumatori di vino, che pubblica ben 12 numeri all’anno.  Dopo le buone affermazioni sul mercato italiano della Falanghina e dell’Aglianico di casa Meoli, la recente acquisizione di nuovi, importanti clienti nel Nord-Europa (L’Aglianico KRé di Meoli è appena arrivato in Finlandia!) ha probabilmente acceso i riflettori su questa piccola ma vivace realtà del panorama vitivinicolo del Sannio beneventano. L’editore dice: “Der Winzer è la più grande rivista commerciale in lingua tedesca sulla viticoltura. Puntando il dito sul polso dell’era moderna del vino, fornisce contenuti specialistici aggiornati su viticoltura, tecnologia in cantina, marketing, business e gestione del vino. Il mensile ha la funzione di consulente competente nel settore e questo oramai già da alcuni decenni! La rivista specializzata è l’unico mezzo di comunicazione nel settore del vino a partecipare al controllo della circolazione di informazioni serie ed attendibili negli ambienti austriaci”.  Ovviamente l’occhio attento degli intenditori si stende oltre i loro confini nazionali per arrivare anche da noi in Italia, dove la biodiversità del territorio e la qualità dei nostri vini non può sfuggire alle valutazioni di questi qualificati osservatori d’oltralpe! Per questa ragione, il gradito arrivo di un gruppo di giornalisti austriaci in Italia, ovvero in Campania, nel Sannio, nell’Azienda Meoli di Dugenta, non può che riempire d’orgoglio per l’apprezzamento di un lavoro di qualità fin qui svolto ed apre a nuove prospettive di crescita questa sana realtà produttiva del nostro territorio che è, appunto, l’Az. Agricola Meoli!

Pubblicato il

Riccio Bianco di Alepa

ORO NEL CALICE, ESTATE IN BOCCA!

E’ questa la sensazione che si prova gustando l’abbinamento proposto dai Sorbillo della loro delicata Pizza al Pesto con un prezioso “Riccio Bianco” di Alepa. Un Pallagrello che si avvia a prender posto tra le eccellenze dei vini campani.
L’intensità gusto-olfattiva del basilico fresco fusa con la dolcezza avvolgente della mozzarella ben si sposa con la freschezza di un bianco floreale, di un’elegante mineralità che denota carattere pur restando di facile beva.
L’asciutta sapidità di questo IGT da 14° ne fa infine un vino adatto anche ad abbinarsi con rustici, focacce e piatti ben conditi: con suadenza accattivante lascia il palato pulito e la voglia di berne ancora. In questo si mostra tutta l’arte del vinificatore, Paola Riccio, una donna, e già questo basterebbe, accattivante e di carattere… come il suo vino!

 

Pubblicato il

Assenza Venditti

Altro che Assenza: qui Venditti c’è tutto! Ovvero c’è tutta la sua ricerca di equilibrio, freschezza, gradevole leggerezza del bere buono, in cordiale “presenza” di una compagnia a tutto pasto. Sia la profumata Falangina, di un vivace paglierino che già alla vista rinfresca, sia la presenza di corpo del rubino acceso della sua Barbera del Sannio danno il giusto supporto ai piatti della buona tavola quotidiana dove la prima esigenza è quella di completare il gusto in bocca senza mai appesantirsi troppo. La facile beva di questi vini giovani, semplici eppur completi, li rende ottimi compagni di viaggio sia per chi ha un palato esigente ma ricerca in essi un bere spensierato, sia per chi si accosta al bere sano ed ha l’esigenza di un vino di facile lettura. In entrambe i casi, ASSENZA di Antica Masseria Venditti è l’esatta interpretazione di uno degli alimenti più antichi dell’uomo, parte integrante di quell’ istinto primordiale del nutrirsi elevando il momento del pasto, a volte fatto semplicemente di pane e vino, a viatico del ricongiungersi all’ armonia del creato.

 

Pubblicato il

Presentazione Pubblica del concorso “TERRAMIA”

Il 24 Maggio u.s., in una splendida giornata di sole pressoché estivo, l’Associazione Culturale Il Terroir ha ufficialmente dato il via al Concorso intitolato “Terra Mia”. Per l’occasione, il Palazzo dei Congressi del complesso termale di Telese Terme è stato preso d’assalto da una spensierata, allegra, ma pure disciplinata ciurma di ragazzi provenienti dai vicini Istituti di Istruzione Superiore: il “Giovanni Salvatore” di Castelvenere, prestigioso Istituto Alberghiero che sforna ottime promesse di un settore deputato a perpetuare la già nota dote italica dell’ ospitalità ed accoglienza nel nostro Bel Paese; e l’Istituto Telesi@, sempre in luce per le molteplici attività formative in cui eccellono gli studenti, magistralmente guidati dalla Preside Prof. Domenica Di Sorbo: ultimo successo, la Medaglia d’oro per la Regione Campania conquistata alle Olimpiadi della Matematica!

tm

Tornando alla nostra occasione di incontro con questi splendidi ragazzi, lo spirito del Concorso a cui sono stati invitati a partecipare è tutto racchiuso nel sottotitolo: “E’ la mia terra, è il mio futuro!” La riscoperta del territorio in cui essi vivono, crescono e si formano per il proprio futuro è un obiettivo imprescindibile per la individuazione di quelle possibilità ancora in gran parte inespresse che questa stessa terra, il Sannio, può offrir loro.

A parlare di queste opportunità da cogliere sono intervenuti, oltre al Presidente del Terroir, dr. Antonio Monaco, la già citata Dirigente Domenica Di Sorbo, la Prof. Tesauro dell’alberghiero, il Presidente della Proloco, Antonio Grimaldi, il Consigliere con delega alla Cultura dr.ssa Patrizia Tanzillo ed il VicePresidente del SannioDOP Consorzio Tutela Vini, dr. Nicola Venditti.

Quest’ultimo ha voluto ribadire un concetto che è alla base dell’impegno del Consorzio stesso: ovvero quanto sia importante, fondamentale, per la crescita e la riqualificazione di un territorio, che tutti coloro che ne sono attori responsabili facciano “sistema”, cioè uniscano gli sforzi agendo in un’unica direzione, superando quell’ individualismo che non porta mai a guardare oltre i confini del proprio misero orticello di interessi personali, che di certo poco o nulla produce in positivo per la collettività né crea ricchezza di opportunità per i giovani.

A rafforzare i concetti espressi durante il Convegno ci ha pensato il Sindaco di Telese Terme, dr.Pasquale Carofano, che ha saputo fare sintesi degli interventi ascoltati rilanciando con forza sul proprio impegno personale e di amministratore nella cura sempre più attenta di un territorio davvero ricco di opportunità da liberare.
Ai ragazzi è stato chiesto di tradurre nei lavori con i quali concorreranno, attraverso lo studio di tradizioni o il recupero di bellezze paesaggistiche del Sannio, tutte le loro aspettative e le idee-proposte per il rilancio del territorio di cui saranno negli anni a venire i sicuri protagonisti, in prima linea!
I lavori verranno esposti e votati durante la manifestazione estiva che si terrà a fine luglio lungo il Viale Minieri. Ai vincitori saranno offerti buoni libro e stage formativi in strutture alberghiere e/o aziende agroalimentari e/o Dipartimenti Universitari, in settori diversi in base alle aspirazioni dei vincitori stessi: gestionale, amministrativo, servizi, cucina, laboratoristica, ecc. Anche tra chi voterà i lavori esposti saranno estratti premi che andranno da buoni spesa in libri e/o prodotti tipici fino a trattamenti in centri welness.
In definitiva, Il Terroir parte con l’idea di contribuire almeno a rendere più movimentata l’estate telesina.

 

Pubblicato il

TERRAMIA Bando di Concorso

“TERRAMIA”
Bando di Concorso per Studenti degli Istituti d’Istruzione Superiore

 

L’Associazione Culturale Enogastronomica Il Terroir, in collaborazione con la Proloco Telesia, indice un Concorso per la realizzazione di elaborati di ricerca storico-scientifica, rivolta a studenti degli Istituti d’ Istruzione Superiore. Tema degli elaborati:
“E’ la mia terra, è il mio futuro!”
Il Concorso si prefigge di suscitare ed accrescere nelle giovani generazioni la consapevolezza del patrimonio di opportunità offerte dal territorio in cui vivono, crescono e si formano per costruire il loro stesso futuro. Parafrasando il pensiero di H. J. Harrington, le “eccellenze” sono intorno a noi, anche quando non ce ne accorgiamo, ma sta ad ogni singolo individuo muovere il primo passo per coglierle!
I partecipanti, singoli o in gruppi di massimo quattro, dovranno produrre tabelloni nel formato standard di cm.100×70 ( pena l’ esclusione dal concorso ), che illustrino con l’ ausilio delle più svariate tecniche ( grafiche, fotografiche ed artistiche ), il risultato delle loro ricerche aventi come oggetto lo studio ed il recupero delle nostre tradizioni enogastronomiche, vero patrimonio delle popolazioni autoctone del territorio sannita: a partire dai vitigni più noti del nostro territorio a quelli meno noti, quasi persi nella memoria e di cui andrebbe promossa la rivalutazione; per proseguire sui prodotti tipici della gastronomia locale, con le classiche ricette della nonna molte volte soggette alla sola tradizione orale e quindi esposte ad un irrimediabile oblìo; per finire alle bellezze naturalistiche, archeologiche, idrotermali, di un territorio ricco e variegato, vera fonte di benessere anche economico ma troppo spesso lasciate più o meno inespresse.
Il Concorso sarà ufficialmente presentato nella manifestazione del 24 maggio pv da svolgersi presso il Palazzo dei Congressi dello Stabilimento Termale “Minieri”, cui sono chiamati a partecipare: il Sindaco di Telese Terme, dr Pasquale Carofano; il Presidente dell’Ass. Il Terroir, Dr Antonio Monaco; Il Vice Presidente del Sannio Consorzio Tutela Vini, Dr Nicola Venditti; il Pres. Della Proloco Telesia, Dr Antonio Grimaldi; La Preside dell’IIS Telesi@, Dr Domenica Di Sorbo; La Preside dell’IIS Giovanni Salvatore, Dr Elena Mazzarelli; Cons. con delega alla Cultura di TeleseTerme. Dr Patrizia Tanzillo.
Gli elaborati dovranno essere consegnati entro il termine perentorio di sabato 5 luglio 2014 ore 12.00, presso la segreteria dell’IIS Telesi@, via Caio Ponzio Telesino,26 di Telese Terme. La conformità al tema e la conseguente ammissione alla partecipazione al Concorso sarà decisa ad insindacabile giudizio del comitato promotore. I lavori ammessi saranno esposti in Viale Minieri a Telese Terme, durante la manifestazione cittadina Terramia che si terrà dal 19 al 26 Luglio e saranno votati dai partecipanti alla manifestazione (50% del voto finale) e dalla giuria composta ad hoc dai promotori (50% del voto finale).
I lavori presentati non saranno restituiti ma resteranno patrimonio dell’Associazione.
La classifica finale sarà resa pubblica sul sito dell’Ass. IlTerroir e nelle bacheche degli IIS coinvolti, entro il 30 luglio. Al/ai realizzatori dell’ elaborato vincitore del concorso (primo classificato!), sarà offerto uno stage formativo in una prestigiosa struttura alberghiera e/o azienda agroalimentare e/o Dipartimenti Universitari, nel settore ritenuto più idoneo e vicino alle aspirazioni del vincitore stesso: gestionale/amministrativo/servizi/cucina/ecc…